Uso erbicidi associato aumento dell’85% del rischio melanoma

L’uso degli erbicidi è associato ad un aumento dell’85% del rischio melanoma, a prescindere dal tipo di esposizione. A lanciare l’allarme è l’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI) che ha condotto una metanalisi su 184.389 persone arruolate in 9 studi indipendenti.

Scopo della ricerca, pubblicata sul Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology (JEADV), è individuare un possibile collegamento tra il melanoma e l’esposizione ai pesticidi ed indagare l’eventuale classe di pesticidi maggiormente implicati.

Visti i preoccupanti dati preliminari emersi, l’associazione scientifica non-profit lancia un appello al mondo della ricerca sollecitando nuove indagini che valutino in modo più mirato la correlazione.

“Qualunque uso di erbicidi – sottolinea Sara Gandini dell’Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) di Milano – sembra associato ad un aumentato rischio di melanoma cutaneo con un SRR (Summary Relative Risk) di 1.85 indipendentemente dal tipo di esposizione, che corrisponde ad un 85% di rischio in più rispetto a chi non li usa. Questo risultato però andrà confermato da ulteriori studi che tengano presenti di tutte le possibili fonti di distorsione come ad esempio la quantificazione dell’esposizione solare”. Al contrario, non sembra esserci un aumento del rischio di questa forma di tumore della pelle e l’utilizzo di pesticidi o insetticidi. Le categorie più esposte sono agricoltori, vivaisti, appassionati di giardinaggio, tutti coloro che utilizzano questi prodotti per professione o nel tempo libero.

“Il meccanismo che conduce a questo tumore maligno altamente aggressivo – spiega il presidente IMI, Ignazio Stanganelli, direttore della Skin Cancer Unit IRCCS IRST Romagna Cancer InstituteStanganelli – non è ancora completamente noto, anche se è molto probabile che l’esposizione ai raggi UV possa associarsi o addirittura potenziare il ruolo di queste sostanze chimiche. Gli agricoltori passano molto tempo all’aperto e l’aumento della temperatura cutanea dovuta all’esposizione al sole potrebbe incrementare ulteriormente l’assorbimento di queste molecole attraverso la pelle”.

Fonte: Ansa.it Salute&Benessere

Soleminis. Calendario raccolta differenziata Maggio-Settembre 2021


Soleminis. Calendario raccolta differenziata Maggio-Settembre 2021. L’azienda, Cosir Srl, ricorda che se a volte i rifiuti non vengono ritirati ci sono varie possibilità:

-non sono stati esposti bene

-all’interno della busta/contenitore ci sono rifiuti non conformi

-non sono stati esposti i rifiuti entro le 6 del mattino o in alternativa la sera prima dopo le ore 22.

Per maggiori informazioni: http://PARTEOLLA.COSIR.ORG

COSIR:

email: info@cosir.org

Numero Verde: 800 069 960

Numero di rete fissa: 070/68 4415

Segnalazioni sul servizio di raccolta: segnalazioni@cosir.org

SOLEMINIS. 12/02/2021 – SOSPENSIONE EROGAZIONE IDRICA

Soleminis. Il comune di Soleminis avvisa la cittadinanza che, nella giornata di venerdì 12/02/2021Abbanoa S.p.a. eseguirà dei lavori di manutenzione programmata che comporteranno la sospensione dell’erogazione idrica nel centro abitato di Soleminis e in località Sa Cavana tra le ore 09:00 e le 17:00 .

Si precisa che sia l’orario di chiusura ma soprattutto l’orario di riapertura non devono intendersi come istantanei, il servizio tenderà a regolarizzarsi nella serata e durante la notte con il progressivo attenuarsi dei consumi.

Natale: nasce il panettone alla cipolla rossa di Tropea Igp

Nasce in Calabria il primo panettone artigianale alla cipolla rossa di Tropea Igp. L’idea del direttore artistico del Tropea Cipolla Party Paolo Pecoraro è stata realizzata grazie all’arte pasticcera di Denisia Congi, giovane lady chef calabrese della Federazione Italiana Cuochi, che, è scritto in una nota, “è riuscita a creare uno squisito connubio tra l’elemento più tradizionale della festa natalizia e una delle eccellenze agroalimentari per antonomasia della terra calabra”.

“Un perfetto equilibrio di gusto e aromi – prosegue la nota – realizzato con l’impiego di materie prime di alta qualità, che garantiscono al dessert natalizio un gusto speciale e intrigante, grazie soprattutto al valore assoluto di una crema delicata e inconfondibile al sapore della dolce cipolla calabrese”. Per la crema, la chef ha utilizzato cipolla rossa di Tropea (IGP), zucchero di canna, zucchero semolato, miele di acacia, mix di liquori, vino bianco. Rigorosamente segreti sia la quantità degli ingredienti che la tecnica per realizzare il panettone. “Per celebrare e promuovere il dolce artigianale italiano per eccellenza – conclude la nota – si è voluto osare, per poi vincere la sfida: è risaputo da tutti che la Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP sia la più Dolce del Mondo e, quindi, è facilmente intuibile quanto questa tipicità calabrese riesca a sposarsi bene anche con i dolci”. (ansa.it – terraegusto)

Covid, Appello di 9 paesi Ue: ‘Vacciniamoci insieme’. Ema, ok a Pfizer prima di Natale

L’agenzia europea per i medicinali ha spostato la data della sua riunione dal 29 al 21 dicembre “dopo aver ricevuto nuovi dati” sul vaccino anti-coronavirus sviluppato e prodotto da Pfizer-BioNTech. “Il 21 dicembre è stata programmata una riunione straordinaria per arrivare ad una conclusione se possibile”, ha riferito l’Ema.

Intanto, la Fda negli Stati Uniti ha dato l’autorizzazione al primo test anti-Covid fai da te.

“Ogni giorno conta. Lavoriamo alla massima velocità per autorizzare i vaccini per il Covid 19. Accolgo le novità dell’Ema che anticipano l’incontro per discutere del vaccino Pfizer-BionTech prima di Natale. Probabile che i primi europei siano vaccinati prima della fine del 2020”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, su Twitter.

Avviamo insieme la campagna vaccinale”. Lo affermano in una dichiarazione congiunta i ministri della Salute di Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Olanda, Spagna e Svizzera, che oggi si sono incontrati virtualmente identificando alcuni aspetti essenziali riguardo la campagna vaccinale che dovrebbero essere coordinati dagli stati membri, specie a livello transfrontaliero. “Riaffermiamo la necessità -si legge – di coordinare i nostri sforzi per un uso sicuro, efficiente e trasparente del vaccino anti covid”.

Anche il ministro della Salute, Speranza aveva ribadito l’auspicio che “L’Ema, nel rispetto di tutte le procedure di sicurezza, possa approvare il vaccino Pfizer Biontech in anticipo rispetto a quanto previsto e che al più presto le vaccinazioni possano iniziare anche nei Paesi dell’Unione Europea”.

“Il previsto passaggio alla Commissione europea per l’approvazione definitiva al vaccino anti-Covid Pfizer-BionTech potrebbe avvenire con tutta probabilità entro 48 ore dal via libera dell’Ema, e dunque già il 26 o 27 dicembre se l’Ema si pronuncerà prima di Natale”. Lo afferma Guido Rasi, ex direttore esecutivo Ema. A quel punto, “il vaccino sarebbe utilizzabile dal giorno dopo nei Paesi Ue”. Se la macchina distributiva e la logistica sono pronte, e con la contestuale e immediata validazione da parte di Aifa, “la campagna vaccinale in Italia potrebbe dunque partire – afferma – già il 28-29 dicembre”.

Il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia torna sulla necessità di nuove restrizioni a Natale: “Anche durante le festività natalizie vogliamo mettere in sicurezza gli ospedali e l’intero sistema perché ci aspettano tre mesi invernali difficilissimi. – ha aggiunto rispondendo alle domande dei giornalisti durante il sopralluogo a Bitti, il paese del nuorese colpito dall’alluvione il 28 novembre scorso – Questo significa autodisciplinarci e credo che l’Italia risponderà: ‘prima la salute e poi il business’, perchè senza la vita non c’è alcun business”.

“Mercoledì con il ministro Speranza, il commissario Arcuri e il capo dipartimento della Protezione civile Borrelli terremo la riunione finale per varare il piano vaccini”, ha aggiunto. “Le Regioni hanno fatto un eccellente lavoro”

“Mi auguro che la stagione dei negazionisti sia cancellata per sempre: non ci sono più 65 mila italiani e spero che le decisioni le prenderemo anche insieme all’opposizione”, ha detto ancora il ministro rispondendo alle domande sulla stretta del Governo per le festività natalizie. “Le zonizzazioni hanno funzionato e la curva dei contagi si è abbassata: da 40 mila contagi al giorno a meno di 20 mila e da 1,72 di R(t) a 0,8, e in molte regioni a 0,6 e 0,7 ma non ci basta – ha aggiunto – perché in altri Paesi Ue cresce e le due curve si incrociano”. Per quanto riguarda i vaccini, ha precisato Boccia in serata,  ‘si parte da metà gennaio in tutta Europa’

Il vaccino contro il Covid di Moderna è efficace e sicuro e centra i parametri per un utilizzo di emergenza. Lo afferma, riportano i media americani, lo staff della Fda in un rapporto reso pubblico in vista della decisione ufficiale del 17 dicembre sull’uso del vaccino. (Ansa.it)

Soleminis: agevolazione TARI 2020 per cittadini in condizioni di disagio economico

Soleminis. I Comuni possono riconoscere alle famiglie meno abbienti agevolazioni sulla tassa rifiuti per l’anno 2020. Lo ha stabilito Arera, l’Authority di regolazione energia, reti e ambiente, in attesa di poter applicare l’atteso bonus sociale rifiuti.

Agevolazione TARI 2020 destinata ai cittadini in condizioni di disagio economico a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID 19. Con Delibera del Consiglio Comunale n. 36 del 30/09/2020 avente ad oggetto: ”Tassa sui Rifiuti (Tari) – Adozione delle tariffe applicate nel 2019 per l’anno 2020 ”, l’Amministrazione Comunale ha previsto per l’anno 2020 la riduzione della Tassa Rifiuti per le utenze domestiche:

riduzione del 50% da applicare sulla parte variabile della tassa rifiuti

Requisiti:

· essere in regola con i versamenti della tari;

· avere un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) in corso di validità non superiore a € 8.265,00 o, in caso di famiglie numerose con almeno 4 figli a carico, a € 20.000,00;

Modalità e termine di presentazione della domanda:

Le domande dovranno essere presentate su apposito modulo, allegando copia dell’attestazione ISEE e di un documento di riconoscimento, entro il 31/12/2020 compilate in ogni parte e firmate, con le seguenti modalità:

1) Trasmesso tramite email al seguente indirizzo: tributi@comune.soleminis.su.it;

2) Trasmesso tramite PEC al seguente indirizzo: protocollo.soleminis@pec.comunas.it

3) Depositato nell’apposita cassetta di legno situata all’ingresso del Comune, rigorosamente in busta chiusa indirizzata all’Ufficio Tributi.

Titolo FormatoPeso
AvvisoFormato pdf239 kb
Modulo domandaFormato docx47 kb

Soleminis: Aggiornamento su interruzione erogazione acqua

AGGIORNAMENTO: L’INTERRUZIONE IDRICA PROGRAMMATA PER DOMANI 21/12/2020 VERRÀ SOSPESA E PROGRAMMATA IN ALTRA DATA

Intanto stamane con un post su Facebook il sindaco del Paese ha comunicato che: “a causa di un guasto improvviso all’impianto di sollevamento di Sibiola (dal quale, a seguito del collegamento che ci ha consentito di poter avere l’acqua del Flumendosa si alimenta la rete idrica di Soleminis), è interrotta l’alimentazione ai serbatoi di Dolianova, Serdiana e Sibiola PER LA GIORNATA DI OGGI 20/12/2020. L’erogazione alle reti idriche potrà proseguire, comunque, con le scorte presenti nei serbatoi. Per questa ragione, dovendo esaurirsi quelle scorte, potrebbe esserci l’interruzione totale dell’erogazione. Chiaramente Abbanoa sta lavorando per riparare il guasto quanto prima, ovviamente con i tempi tecnici necessari.”

.

Di seguito il vecchio comunicato di Abbanoa sull’interruzione idrica ora rinviata ad altra data:

A passeggio per Roma, nelle strade del cuore di Gigi Proietti

 Una città che è tutto il mondo. Gigi Proietti, figlio della capitale e del teatro, aveva quel senso di romanità che mischia e rigenera, unisce e riassume tenendo insieme il verso più aulico e la battuta fulminante. La sua Roma era popolare ma già nobile come del resto le sue origini, nomadi tra la strada più rinascimentale della città e i quartieri più lontani dal centro. “Sono nato in una traversa di via Giulia, una strada bellissima, un tempo era il corso papale, ma a 10 mesi già avevo cambiato casa: ci trasferimmo dietro villa Celimontana, a via dei Santissimi Quattro. Poi sono finito in periferia, al Tufello, in una casa popolare”, scrive lui stesso in una mini guida di Roma e dei suoi posti del cuore.

Poi il Liceo Augusto a via Appia, dopo le elementari e le medie alla Vittorino da Feltre, e la Capitale notturna dei locali dove, ad adolescenza conclusa, tentava già la strada istrionica e l’urgenza dello spettacolo sebbene iscritto a Giurisprudenza alla Sapienza. Di quei night dove cantava , anche, con malinconia ricordava “non ne è rimasto neanche uno, sono spariti tutti” ma la voce allenata in quei locali fumosi era già un ferro del mestiere affidabile che lo farà essere persino chansonnier scanzonato e sentimentale all’occorrenza, perchè essere attore è tutto, un po’ come essere romano. E tra i posti del rimpianto giovanile, dell’età in cui sperimentava cosa sarebbe stato da grande, Proietti ci mette non solo le serate con i “fagotti” e la famiglia nelle trattorie dell’Appio Latino ma anche il Tevere, ci mancherebbe. Ma quel fiume non è quello di adesso, il fiume di allora viveva con Roma ora invece sembra una ferita che stenta.
“Ora sopravvivono, invece, alcuni barconi sul Tevere: mi ricordo quanto erano affollati, ai romani piacevano molto, andavano, prendevano il sole e facevano il bagno. Oggi ce ne sono alcuni che cercano di rivitalizzare quella tradizione, ristoranti e locali anche molto carini, ma un tuffo non si può più fare, chi nuoterebbe mai in quello che un tempo era il “biondo fiume”? , chiede ricordando poi l’isola dei romani, cioè Ponza dove aveva casa e li sì che andava a farsi tuffi e bagni, spingendosi col suo gommone fino a Palmarola “per alcuni ancora più bella”. Ma poi, siccome è un attore, la topografia personale inizia a confondersi con quella artistica, entrambe mappe sentimentali però e sempre, sempre, con la città policentrica e mai rilegata dentro le mura.
E così è dalla periferia che nasce Proietti, dal Teatro Tenda di piazza Mancini nel ’76, da quel A me gli occhi please dove si riversa mezza Roma, ma anche Eduardo, Fellini e l’allora sindaco Argan. E’ il teatro, vero, popolare ma anche colto, da Shakespeare a Petrolini. Perchè, artista e artigiano, Proietti mescola anche il romanesco con i versi, anzi ne fa poesia e proprio nella sua lingua madre che omaggia un altro immenso romano, Alberto Sordi che non era più. E sulla linea del tempo il Teatro Tenda, dopo il Brancaccio e il Brancaccino, porta dritto al Globe, fatto dopo la folgorazione del fratello londinese, che sboccia a Villa Borgese (dove da bimbo andava al Cinema dei Piccoli) e voluto sulla pianta del tempio shakesperiano: senza tetto, tutto in legno, prezzi pop e chi non sta nei palchetti “si deve portare i cuscini”. Una visione, anzi “una mandrakata”, come disse lui stesso (altro posto iconico l’ippodromo di Tor di Valle in Febbre da cavallo), che registra sempre il tutto esaurito e si affida a nidiate di attor e attrici giovani. Ma Proietti voleva ancora dare, i suoi progetti non si erano esauriti al Globe. Pensava anche, e come sempre, ai giovani romani. “Voglio mettere in piedi Radio Raccordo Anulare, un progetto che mi frulla in testa da anni. Un’emittente gestita da giovani per tenere collegate e informate tutte le zone della città, specie le periferie: il problema, in una metropoli come la nostra, è la comunicazione. I romani devono conoscersi, non rimanere distanti come isole”, diceva nella stessa intervista al Messaggero. E ancora per lo strano compleanno in lockdown della Capitale, 21 aprile 2020 in piena clausura causa covid, tornò sulla città stigmatizzando chi descriveva Roma vuota e chiusa come “spettrale”. “Roma è stanca e ha diritto di riposarsi”, scolpì lapidario con quella voce, vissuta ma granitica, che è già un monumento ai Fori Imperiali. La voce di uno di Roma, figlio del mondo

Fonte: Ansa Salute&Benessere

Soleminis. Adeguamento del Piano Particolareggiato del Centro Storico e Centro Matrice al PPR: proposte e segnalazioni

Soleminis. L’amministrazione comunale avvisa la cittadinanza che nelle more dell’adeguamento del Piano Particolareggiato del Centro Storico e Centro Matrice al PPR, a partire dalla data odierna, fino al giorno 26 novembre 2020, i proprietari degli immobili ricadenti nella perimetrazione del centro matrice (vedi all. ISOLATI CENTRO STORICO_CENTRO MATRICE), potranno avanzare proposte e segnalazioni su esigenze o problematiche sull’utilizzo o recupero degli stessi immobili.

Le esigenze, o segnalazioni, dovranno essere manifestate attraverso la compilazione sullo schema dell’apposito modulo (allegato Modulo Richiesta di contatto) che, dovrà contenere i dati identificativi dei proprietari, la localizzazione degli immobili ed il recapito telefonico di un referente (possibilmente un TECNICO DI FIDUCIA), e dovrà essere inoltrato all’ufficio tecnico comunale tramite invio telematico al seguente indirizzo email info@comune.soleminis.su.it , all’indirizzo pec protocollo.soleminis@pec.comunas.it oppure consegnato in formato cartaceo nell’apposita cassetta all’ingresso del Comune.

Successivamente, i tecnici incaricati dal comune per la redazione del nuovo PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO MATRICE contatteranno direttamente gli interessati.

Data la particolare complessità dell’argomento trattato, si consiglia la delega ad un tecnico (es. geometra, ingegnere, architetto) di fiducia del quale occorrerà indicare nominativo e recapito telefonico, E col quale i tecnici incaricati dal comune potranno interfacciarsi ESCLUSIVAMENTE in modalità telefonica o telematica tramite videoconferenza, nel rispetto delle prescrizioni previste dalle normative sul contrasto alla diffusione epidemiologica del COVID19.

Per ultimo, si precisa che tale fase PARTECIPATIVA, non precluderà ne condizionerà negativamente le normali fasi previste dalle norme sull’approvazione dei piani urbanistici comunali, ed in particolare, sulla fase di presentazione delle OSSERVAZIONI seguente la prima adozione da parte del consiglio comunale.

Documenti allegati

Titolo FormatoPeso
Modulo Richiesta di contattoFormato docx34 kb
Isolati Centro storico_Centro MatriceFormato jpg1722 kb
ISOLATI CENTRO STORICO_CENTRO MATRICEFormato pdf250 kb